Food, Food and Beverage

Mole de panza, soluzione ai postumi della sbronza

Siamo in Messico e il Mole è una cosa che al principio non si comprende bene a che piatto associarlo, con il tempo però si apprende molto, come ad esempio che il “Mole de panza”, è una soluzione alla sbronza. 

L’ispirazione di questo articolo sul Mole de panza mi arriva durante la mattina del primo gennaio di questo anno, data particolare dove già da anni, per usanza della famiglia di mia moglie, la colazione è a base di questo piatto, il perché arriva da una cura naturale, una ricetta della nonna per intenderci, per abbattere i postumi della sbronza. 

Abbiano festeggiato l’arrivo de nuovo anno ad Atlixco, una città che ospita una parte della famiglia di mia moglie, come ormai usanza, passiamo il 31 di dicembre è il primo di gennaio tutti assieme. 

Qui in Messico quando si festeggia si abusa moltissimo dell’alcohol, se si apre una bottiglia è sempre meglio terminarla. 

Ecco che per noi il primo di gennaio, la colazione è mangiare un piatto di Mole de panza, che risulta essere un piatto squisito ma anche una soluzione ai postumi di una sbronza epica. 

Mole de panza, soluzione ai postumi della sbronza Food Food and Beverage

Il Mole de Panza, come tutti i tipi di Mole ha come base quello di elementi culinari come pomodori Rossi e alcuni tipi di chiles, i famosi peperoncini messicani. 

Il nome Mole di Panza viene assegnato a questo piatto per l’ingredienti basici del Mole ma anche l’ingrediente che arriva appunto dalla pancia dell’agnello. 

I sapori che contraddistinguono questo piatto, sono in ordine di degustazione quelli del pomodoro con un tocco molto piccante per poi trasformarsi nel tipico forte sapore dello stomaco dell’agnello mescolato con un po’ di carne.  

La famosa cruda, che sarebbe la sbronza o hangover in inglese, viene curata per usare un termine spagnolo, con questo piatto in quando la parte piccante, che è un po’ superiore alla media, ti permette di sudare e abbassando così il tasso di alcohol presente nel nostro corpo. 

Quest’anno il Mole di panza è stato davvero piccante perché per errore è stato preparato solo usando il chile de Árbol che è quello che in cucina da un sapore davvero saporito e il suo piccante e da considerarsi forte. 

Ecco che il Mole de Panza è una pietanza che abbatte i postumi della sbronza, una colazione degna di essere soprannominata come dei campioni, perché a volte è una gara contro il piccante. 

Se ti ritrovi in un posto e decidi di assaggiarlo, prova a farti un’occhiata intorno e noterai come molte persone usano i tovaglioli di carta per asciugare il sudore più che usarlo per pulirsi le labbra. 

Ecco come si presenta l’ingrediente base derivante dalla pancia della pecora, questo è uno dei pezzi che si inserisce nella pentola in fase di cottura, dove per il liquido della salsa è il calore si sbriciola diventando piccoli pezzi nel Mole. 

Mole de panza, soluzione ai postumi della sbronza Food Food and Beverage

Una volta terminato il procedimento di cottura e impiattato, ecco come si presenta.

La sua immagine non è degna di Master Chef o un ristorante stile Bracco, posso però assicurare. He ai aiuta a superare i postumi della sbronza così come alleviare un raffreddore. 

Mole de panza, soluzione ai postumi della sbronza Food Food and Beverage

Si ricorda di implementare nel piatto, quella che è cipolla a cubetti e prezzemolo tagliato finemente, se poi segui i gusti dei messicani, non può mancare il succo del limone o meglio lime.  

Un piatto difficile da riproporre in Italia sopratutto perché difficile da trovare i peperoncini secchi da utilizzare, in base alla ricetta originale. 

Suggerimento personale, prova a creare questo piatto usando il peperoncino italiano, il calabro per essere più precisi, sempre ricordando che il livello di piccante è elevato per il palato medio di un italiano. 

Ti mostro un video che ho trovato interessante per comprendere la sua preparazione:

Ah dimenticavo, non perderti le prossime novità pubblicate ricevendo le notifiche in tempo reale seguendoci su TwitterFacebook , Pinterest o Instagram oppure segui le novità via RSS o tramite Canale Telegram!!!

Se ti è piaciuto questo articolo, ricorda che questo è un blog autosostenibile aiutami a tenerlo attivo, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, se invece volessi appoggiare con una donazione potrai farla tramite paypal.


About Author

Vorrei che il mondo fosse la mia casa, ma per il momento mi accontento delle mie esperienze di viaggio che comparto nel web. In fondo a tutti piace viaggiare e scoprire novità inerenti la all'estero, sia essa come turista o come scelta per la propria stabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.