Freaky Blogging

la posizione del Loto Capovolto

Ognuno di noi ha il suo personale modo di vivere il sesso, questo però non implica che non si finisce mai di imparare ecco che ho deciso di scrivere della posizione del loto capovolto, una delle tante posizioni che potrai scoprire nel Kamasutra di Sex and Love, scritto per chi ha sempre voglia di sperimentare nuove sensazioni.

Ho deciso di riportare un po’ le mie esperienze sessuali, questa volta però non in chiave di racconti virtuali postati su spinblogger.it nella sezioni Racconti ma creando una serie di articoli, o post come meglio preferisci chiamarli, di posizioni sessuali da sperimentare in coppia.

Partiamo dal principio e specifichiamo che tutti suggeriscono questa posizione per chi ha il pene piccolo, per la possibilità che la stessa posizione offre, in realtà personalmente penso sia una posizione che permette in generale una penetrazione ben profonda.

la posizione del Loto Capovolto Freaky Blogging

Il nome arriva dalla legenda connessa a Ulisse, nelle sue avventure infatti, dopo aver assaporato i frutti del loto, dimenticarono la loro patria, l’isola che ospitava le donne più belle e eccitanti però, la storia non dice quale fosse la vera natura del frutto magico!

Come praticare la posizione del loto capovolto

In questa posizione è l’uomo che dirige la penetrazione, il ritmo e tutto il contorno, infatti di base la donna è in posizione supina, distesa con la pancia in su, la particolarità è che porta le cosce al petto. leggermente divaricate, piegando le gambe e afferrando le caviglie, con un piccolo colpo di reni la donna solleva il bacino, come se volesse fare una capriola all’indietro.

La posizione della donna, permetterà all’uomo di lanciarsi con il busto in direzione della donna, posizionando le mani ai lati della testa della partner. Per la penetrazione, l’uomo si inginocchia e potrá effettuarla senza difficoltà.

La posizione quindi é indicata per poter controllare la penetrazione da parte dell’uomo, procurando cosí alla donna un godimento con variante, in quanto grazie allo sfregamento del pube dell’uomo contro il sesso della donna, permetterà l’eccitazione della vulva che si diffonderà fino al clitoride, favorendo l’eccitamento vaginale.

Nella posizione del loto capovolto, che richiede molta agilità, il bacino è sollevato della donna è sollevato favorendo cosí l’apertura vaginale potendo cosí accogliere il partner senza troppi problemi. 

La penetrazione permette che lo strofinarsi del pene contro la parete vaginale, quindi l’uomo ha il potere di gestire a pieno la movimentazione pelvica, muovendosi quindi in base al desiderio della partner, rallentando o accelerando i movimenti, o addirittura interrompendoli per poi accelerare per cosí aumentare il  piacere.

Ottimo per Lei e per Lui

La posizione del loto capovolto, é davvero da sperimentare, la donna infatti, dispone di tutto il tempo necessario per arrivare all’orgasmo.

In questo caso lei è la passiva per necessità, avere una buona resistenza perché deve mantenere la posizione, aiutata dal contrappeso dell’uomo, che sostiene con le cosce le sue natiche, in modo da compensare la posizione scomoda del bacino sollevato.

Per l’uomo invece, la posizione gli permette di avere una grande libertà nei suoi movimenti e può prolungare il coito. La posizione inoltre, aiuta lui a far si che il pene resti all’esterno della vagina, che si muova all’interno con leggerezza, o che si introduca più profondamente, secondo il godimento espresso da ognuno degli amanti.

Ah dimenticavo, non perderti le prossime novità pubblicate ricevendo le notifiche in tempo reale seguendoci su TwitterFacebook , Pinterest o Instagram oppure segui le novità via RSS o tramite Canale Telegram!!!

Se ti è piaciuto questo articolo, ricorda che questo è un blog autosostenibile aiutami a tenerlo attivo, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, se invece volessi appoggiare con una donazione potrai farla tramite paypal.


About Author

Non sono nessuno per questo uso le parole per raccontare eventi, le parole rimangono al vento quando sussurrate, le parole rimangono in qualche parte quando scritte. Che sussurrate o scritte le parole ci uniscono più di quanto tu possa pensare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.