dal tramonto all'alba

Dal tramonto all’alba

Era il 31 luglio di qualche anno fa io in compagnia di solo un paio di amiche, dato che la maggior parte dei miei conoscenti erano già in vacanza, il giorno dopo, il mio compleanno quindi la serata era partita con un solito, “andiamo a bere qualcosina e poi a casa”, chi si aspettava di passare dal tramonto all’alba un notte speciale.

Lei era con me, la “donna del Balcone“, passai a prenderla più o meno all’ora del Happy Hour, ci fermammo a bere qualcosa soli soletti come di solito facevamo, in attesa che altri ci raggiungessero, si decise di andare in Corso Como, dove in pieno tempo vacanziero, si può godere di un aria diversa.

Tutti sono meno stressati, la gente parla di più e se la tira meno, non ricordo quanti eravamo in principio, ma aspettammo la mezza notte tutti assieme, tra uno Spritz, un Kir Royal e quattro risate, arrivammo a mezzanotte e un minuto e iniziai a ricevere gli auguri.

Non sono fissato con il mio compleanno e tanto meno con i festeggiamenti alla Hollywood, ma mi venne spontaneo offrire il giro della staffa prima di andare ognuno per la sua strada.

In  realtà di giri della staffa ne facemmo un paio in più, eravamo tutti  allegrotti e con la scusa del compleanno, nessuno si decideva a fermare il giro alcolico ormai iniziato.

Arrivammo al momento dei saluti, erano le 2:30 del mattino, la gente mezza addormentata si dirigeva verso le proprie auto, fu così che anche noi decidemmo di andare.

Chiesi alla mia accompagnatrice se volesse andare a casa direttamente o farsi ancora un giro da qualche parte, mi rispose con un tenero sorriso malizioso, sottolineando che non aveva sonno.

Così iniziammo a girovagare per una Milano per metà spenta, silenziosa, ci ritrovammo poco distante da casa sua, un parcheggio illuminato ma desolato, che invitava la mia mente a fermarmi, così feci, mi adentrai e parchegiai nella parte con meno visibilità.

Così iniziammo a girovagare per una Milano per metà spenta, silenziosa, ci ritrovammo poco distante da casa suaClick To Tweet

Tra una chiacchiera e l’altra ci si inizia a baciare, strusciarsi, far aumentare la potenza dell’ormone, per arrivare a compiere la danza tribale degli amanti, consapevoli del fatto che a breve le nostre temperature corporea sarebbe aumentata vertiginosamente.

Come al solito, il tempo passa velocemente in questi casi, mentre continuavamo nell’avvinghiavamo sessuale restando in silenzio, rotto solo da qualche suono di piacere emesso durante la nostra piacevolissima danza.

A fine serata, erano ormai arrivate quasi le 5 di mattina e a quel punto mi venne in mente di chiederle ancora una volta, se fosse voluta tornare a casa o dedicarmi ancora del tempo.

Con quel suo dolce fare, mi fece intendere ancora una volta che il suo desiderio fosse restare ancora con me, rispondendomi con la sua dolce voce “con te, dal tramonto all’alba”.

Misi in moto la mia auto e iniziai a muovermi verso il lago, meta decisa all’improvviso che lei non aveva ancora disfruttato.

Appena arrivati su quel ramo del lago di como, mi ricordai di un posto isolato, con un ponticciolo, veramente carino, che già visitai tempo addietro con una amica di mutanda.

Ci fermammo li, usai l’iPhone per della buona musica di sottofondo, ricordo di aver scelto la playlist soft lounge, che mi permise di scoprire sax for sex.

Mentre l’alba era pronta a farci visita, noi eravamo abbracciati, come una tenera coppia, qualche bacio rubato, qualche tenera coccola, il tutto in puro silenzio ascoltando solo i nostri respiri e le micro onde del lago.

Fu così che dal tramonto all’alba, la nostra giornata terminò con il ricordo migliore di tutta una vita!

Non perdere le prossime novità pubblicate ricevendo le notifiche in tempo reale seguendoci su TwitterFacebook , Pinterest o Instagram oppure segui le novità via RSS o Canale Telegram!!!

Se ti è piaciuto questo articolo, ricorda che questo è un blog autosostenibile aiutami a tenerlo attivo, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, se invece volessi appoggiare con una donazione potrai farla tramite paypal.

Isciviti alla nostra News Week per restare sempre aggiornato:


Love and Sex on FacebookLove and Sex on Twitter
Love and Sex
Writer at spinblogger.it

Non sono nessuno per questo uso le parole per raccontare eventi, le parole rimangono al vento quando sussurrate, le parole rimangono in qualche parte quando scritte. Che sussurrate o scritte le parole ci uniscono più di quanto tu possa pensare.


Aiutami a Crescere

Se questo sito ti è piaciuto metti mi piace e condividilo con i tuoi Amici!