Apple segnala applicazioni a 32 bit non compatibili su iOS | SpinTech

Apple segnala applicazioni a 32 bit non compatibili su iOS

Essendo registrato come beta tester ho la possibilità di scoprire alcune novità in anticipo, poterle così testare e renderti partecipe di ciò che troverai nelle prossime versioni che Apple svilupperà per noi tutti, oggi ti spiego come Apple segnala applicazioni a 32 bit sul nostro dispositivo.

Novità sul fronte Apple, che potrebbe riguardare tutti gli utenti una volta scaricata la versione di iOS 10.3, Apple ha deciso di segnalare tutte le app a 32 bit installate su iPhone e iPad.

Dato che Apple ha deciso di fare le pulizie di primavera nel suo App Store, la comunicazione ufficiale inerente le applicazioni a 32 bit ci riporta che

“Queste app non saranno più compatibili con le prossime versioni di iOS”

Ti avviso di questa novità Apple in quanto il tutto dipenderà da che applicazioni hai installato sul tuo dispositivo ma anche se gli sviluppatori hanno deciso di aggiornare o meno la propria App aggiornandola alla versione 64 bit.

Dato lo sviluppo dei nuovi device, basti pensare al 3d touch disponibile solo sull’ultima versione di Iphone, Apple ha deciso di obbligare gli sviluppatori a prendersi cura delle prorpie App, imponendo quindi un restyling delle App alla versione a 64 bit, nel caso in cui questo non avvenisse allora, L’App Store perderebbe differenti Applicazioni.

Apple segnala applicazioni a 32 bit non compatibili su iOS Tecnologia

Per noi utenti questo potrebbe diventare un piccolo problema, dico potrebbe perchè dipende dall tipo di applicazione che utiliziamo, un esempio personale è che mi ritrovo a usare spesso l’iPad per scrivere gli articoli e pubblicarli su SpinBlogger, ecco che molte App che rendevano il lavoro più fluido e veloce, sono scomparse, un esempio concreto è l’app Blogsy.

Novità interessante quella che Apple segnala applicazioni a 32 bit non compatibili su iOS, ma come utente dobbiamo prestare attenzione ecco che ho scritto una guida tecnica su come poter sapere

Quali applicazioni a 32 bit sono presenti sul nostro iPhone

Con l’aggiornamento di iOS alla versione 10.3, Apple ha deciso di eliminare tutte le App a 32 bit, che non saranno più disponibili con le versioni di iOS che Apple ci presenterà in fututro.

Infatti a partire dalle prossime versioni del sistema operativo, le applicazioni a 32 bit non saranno più compatibili con iPhone e iPad, ecco perché Apple segnala applicazioni a 32 bit.

Notizia già anticipata da tempo, con la versione di iOS beta 3, è possibile conoscere fin da subito quali applicazioni smetteranno di funzionare, per saprere quali applicazioni a 32 bit sono presenti sul nostro iPhone, sarà sufficiente seguire questi semplici passaggi:

  • Fare tap sull’App Impostazioni, icona a forma di ingranaggio
  • Scorrere leggermente verso il basso e selezionare la voce Generali
  • Scegliere la prima voce presenta in elenco dal nome Info
  • In questo nuovo Tab di informazioni, trovare la voce Applicazioni

 

Qui subentra la variante derivante dalle applicazioni che abbiamo installato sul nostro dispositivo, infatti alla destra della voce Applicazioni, potrebbe comparire l’immagine di una freccia verso destra “>”, subito dopo al numero delle applicazioni installate.

Se questo simbolo non compare, quindi troveremo solo il numero delle App installate, cuol dire che tutte le App presenti sul nostro devicce sono aggiornate e rispettano i nuovi criteri che Apple ha imposto agli sviluppatori.

Se invece come nel caso che ti mostro in foto, vi trovate la spunta “>” alla destra del numero di applicazioni installate, fai tap sulla voce Applicazioni e ti ritroverai ad aprire la finestra con una lista di APP.

Apple segnala applicazioni a 32 bit non compatibili su iOS Tecnologia

Apple segnala applicazioni a 32 bit con un messaggio:

queste applicazioni potrebbero rendere più lento iPhone.
Inoltre, le app che non verrano aggiornate non saranno compatibili con le prossime versioni di iOS. Se non sono ancora disponiili aggiornamenti, contatta lo sviluppatore per ulteriori informazioni.

Se facciamo tap sull’applicazione in elenco, saremo indirizzati all’App Store, alla pagina della stessa Applicazione, appunto per permetterci di comunicare con lo sviluppatore, o aggiornare l’app indicata.

Se quest’ultimo non ha intenzione di mettersi in norma con le nuove regole rilasciate da Aplle allora dovremmo trovare una App sotitutiva prima di aggiornare il sistema opertivo.

Non perdere le prossime novità pubblicate ricevendo le notifiche in tempo reale seguendoci su TwitterFacebook , Pinterest o Instagram oppure segui le novità via RSS o Canale Telegram!!!

Se ti è piaciuto questo articolo, ricorda che questo è un blog autosostenibile aiutami a tenerlo attivo, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, se invece volessi appoggiare con una donazione potrai farla tramite paypal.

Isciviti alla nostra News Week per restare sempre aggiornato:


Angelo Santoro on FacebookAngelo Santoro on InstagramAngelo Santoro on PinterestAngelo Santoro on Twitter
Angelo Santoro
Ceo & Author at angelosantoro.it

Blogger specializzato nel settore Tecnologia, cerca di scoprire le novità e divulgarle in modo da implementare al meglio la tecnologya nella stressante vita quotidiana, agevolando le operazioni quotidiane.


Aiutami a Crescere

Se questo sito ti è piaciuto metti mi piace e condividilo con i tuoi Amici!